Ad oggi non è possibile dare una definizione univoca del mercato dei cosmetici “green”. La legge non indica quali debbano essere le caratteristiche dei prodotti cosmetici bio/naturali/green: fornisce però una chiara definizione di cosmetico, (quale miscela che ha lo scopo di abbellire, profumare, ecc.), che deve essere rispettata da tutti i prodotti cosmetici immessi sul mercato, di qualsiasi natura e connotazione. Va anche sottolineato che tutti i prodotti cosmetici (a connotazione naturale e non) devono essere conformi alle rigide norme del Regolamento europeo 1223/2009. Nel campo dei cosmetici a caratterizzazione naturale, visto che non esiste una norma specifica, sono nati vari enti italiani e europei che hanno redatto dei protocolli privati e rilasciano dei certificati alle aziende che seguono tale protocollo che possono fregiarsi sui prodotti del logo dell’ente.

Nel tentativo di definire un unico criterio per indicare questa tipologia di cosmetici, l’Iso, l’Organizzazione Internazionale per la Normazione, sta preparando a livello mondiale uno standard per stabilire i requisiti utili a classificare i prodotti cosmetici bio e naturali. Non diventerà uno standard obbligatorio, ma le aziende potranno avere i medesimi parametri da seguire, validi in tutto il mondo.